26-03-2021

Open Day 2021

Open Day 2021

Sono state definite le 4 date degli open day di ITS Lombardia Meccatronica, che presenterà la propria mission e i corsi programmati per l'Anno Formativo 2021/2022 nelle sedi territoriali di Sesto San Giovanni (MI), Bergamo, Lecco e Lonato del Garda (BS).

Gli eventi saranno realizzati in diretta streaming, e il programma prevede:
-presentazione in plenaria dei corsi e dei relativi sbocchi occupazionali
-presentazione in plenaria degli aspetti organizzativi (didattica, orari e calendario, costi, modalità di accesso)
-tour virtuale personalizzato con le aziende del settore
Verranno coinvolti anche docenti, rappresentanti aziendali, allievi ed ex-allievi, che porteranno la loro testimonianza diretta per raccontare le specificità del nostro ITS. 

Una volta compilato il modulo di registrazione gli iscritti riceveranno le indicazioni operative per la partecipazione all'evento.
Di seguito i dettagli degli appuntamenti di Open Day delle quattro sedi territoriali:

 

Focus sulla sede di Sesto San Giovanni (MI):
Sabato 8 maggio alle ore 10.00 
Iscriviti
 

Focus sulla sede di Lonato del Garda (BS):
Sabato 15 maggio alle ore 10.00 
Iscriviti


Focus sulla sede di Bergamo:
Venerdì 21 maggio alle ore 18.00
Iscriviti
 

Focus sulla sede di Lecco:
Sabato 29 maggio alle ore 10.00 
Iscriviti
 

Al fine di favorire l'organizzazione dell'evento è richiesta l’iscrizione online entro il giorno precedente all’Open Day selezionato.

Per ogni richiesta di informazione o di chiarimento è possibile inviare una mail a info@itslombardiameccatronica.it

ERASMUS+: Il nostro ITS all'estero

ITS Lombardia Meccatronica has been awarded with the Erasmus Charter for Higher Education, (ECHE) an accreditation under the Erasmus+ programme 2021-2027 which allows our organisation to offer students and staff with learning mobility opportunities abroad. 

Our international strategy for the next years is resumed in our Erasmus Policy Statement presented below.


ERASMUS POLICY STATEMENT

Fondazione Istituto Tecnico Superiore Lombardo per le Nuove tecnologie Meccaniche e Meccatroniche is a higher VET institution (HVET) operating in the field of mechatronics and industry 4.0. The education provision is composed of 5 courses:

-Industrial Mechatronics (EQF 5)
-Production and maintenance of mechatronic systems applied to public transportation (EQF5)
-Mechatronic systems applied to biomedical equipment (EQF5)
-Mechatronics of Eco-Sustainable vehicles (EQF4)
-Maintenance 4.0 for advanced mechatronic systems (EQF4)

Almost 250 students are enrolled every year in the 4 training centres of ITS Lombardia Meccatronica. The unique combination of high quality theoretical preparation and massive practical training (in average 400 hours of work based learning every 1000 hours of training) offered by the ITS has given remarkable results which are confirmed by the employment rate of students after 1 year from the degree (98%). One of the main strengths of ITS Lombardia Meccatronica is the collaboration with local companies and business associations, which enables the creation of training paths at the forefront of innovation. Among the 27 founding members of ITS Lombardia Meccatronica and the 106 associated partners we can find some top players in the production of advanced mechatronic systems applied to different Industries. Since its ECHE accreditation in 2019 ITS Lombardia Meccatronica has participated in three KA102 projects and two KA202 projects, one of them was submitted in 2019 and not funded while the other four are currently under the evaluation process. Nonetheless, during the last years our institution has developed some transnational activities for students in collaboration with the partner companies through which roughly 10 learners have spent part of their compulsory internship abroad.


NEEDS RELATED TO INTERNATIONALISATION AND MODERNISATION

Starting from the context described above, we have defined some aspects of our internationalisation strategy to be further developed in order to face the rapidly changing society and economy.

  • FILLING THE SKILLS GAP: our training courses must be constantly aiming at providing companies with the most advanced competences to increase their competitiveness at national and international level. Apart from technical skills, key competences are always more requested by employers and need to be better embedded in curricula. In this sense, learning mobility is the most effective training methodology to acquire such competences in a relatively short amount of time, and it must be further developed.
  • EMBRACING INNOVATION: technology is rapidly changing the way companies operate, the risk is that what students learn in class is already obsolete when they finish school. Therefore, we have to implement cutting edge training methodologies in order to be constantly up to date. It is necessary to boost the European dimension of our activities to exchange practices with other Higher Education Institutions and observe the most advanced training methodologies implemented across Europe in the fields of digitalisation process and industry 4.0.
  • RECOGNITION AND VALIDATION: there is a need of improving the methodologies for facilitating the recognition of the competences learnt abroad, particularly in view of increasing the exchanges of students.
  • INTERNATIONALISATION AT HOME: In 2013 the European Commission (COM(2013) 499 final) highlighted the need of introducing policies concerning internationalisation at home. We need to rethink internationalisation also as a process to bring Europe and the competences acquired through mobility even to those students that do not have the possibility to participate in such experiences.

  • OBJECTIVES OF THE INTERNATIONALISATION STRATEGY

    On the basis of the need analysis presented above, ITS Lombardia Meccatronica would like to achieve the following objectives within the next Erasmus programme 2021-2027.

    -To ensure that students acquire professional competences which allows them to operate in the most advanced field of applied mechatronics;
    -To improve in students, the key competences outlined by council recommendation of 22 May (2018/C 189/01), which are increasingly requested by companies;
    -To increase the professional competences of the staff in designing innovative training courses and implement attractive, effective and up-to-date teaching methodologies;
    -To strengthen the collaboration with HEI and companies abroad in order to exchange practices, develop innovation and foster mobility of learners and staff;
    -To improve the recognition and validation strategies applied for work based learning and mobility in class.


    COHERENCE WITH THE EUROPEAN EDUCATION AREA STRATEGY

    The European Education Area envisages a “Europe in which learning, studying and doing research would not be hampered by borders. A continent, where spending time in another Member State to study, to learn, or to work has become the standard”. Our internationalisation strategy and the related activities presented in the following paragraphs are in line with the content of the recommendation, in particular they will contribute to:

    -Introduce learning mobility on a regular basis in the technical training programmes of Higher VET institutions; - Foster the acquisition of key competences in learners generated by the participation in mobility or the “internationalisation at home” activities;
    -As consequence of the previous point, make sure that European citizens can speak at least two languages;
    -Establish mechanism of recognition and validation of competences through credit system, which is a relatively new aspect in Italy in HVET;
    -Support young people with fragile background (cultural obstacles, low income families, unemployed) in finding a rewarding and meaningful occupation.

     

     

    Fondazione Istituto Tecnico Superiore Lombardo per le Nuove tecnologie Meccaniche e Meccatroniche (dora in avanti anche “Fondazione” o “ITS Lombardia Meccatronica”) ha avuto il riconoscimento dell'Erasmus Charter for Higher Education (ECHE), un accreditamento nell'ambito del programma Erasmus+ 2021-2027, che le consente di offrire a studenti e personale di staff l’opportunità della mobilità per l'apprendimento all'estero.

    Di seguito presentiamo la strategia internazionale adottata dalla Fondazione per i prossimi anni nell’ambito del programma Erasmus+.


    ERASMUS POLICY STATEMENT

    ITS Lombardia meccatronica è un istituto di formazione terziaria professionalizzante (HVET) che opera nel campo della meccatronica e dell'industria 4.0. L'offerta formativa è articolata in 5 corsi che formano le figure del:

    -Tecnico Superiore in ambito meccatronico industriale (EQF 5)
    -Tecnico Superiore in ambito meccatronico autoferrotranviario (EQF5)
    -Tecnico Superiore in ambito meccatronico biomedicale (EQF5)
    -Manutentore meccatronico dei veicoli ecosostenibili (EQF4)
    -Manutentore meccatronico per sistemi avanzati 4.0 (EQF4)

    Sono oltre 250 gli studenti iscritti ogni anno nelle 4 sedi formative della Fondazione. La combinazione tra preparazione teorica di alta qualità e immediata applicazione di quanto studiato (in media 400 ore di formazione on the job ogni 1000 ore di formazione) offerta da ITS Lombardia meccatornica ha dato risultati eccellenti, confermati dal tasso di occupazione degli studenti dopo 1 anno dal completamento del corso (98%). Uno dei principali punti di forza di ITS Lombardia Meccatronica è la collaborazione con aziende e associazioni di imprese del territorio, che consente la realizzazione di percorsi formativi all'avanguardia nell'innovazione. Tra i 133 soci della Fondazione sono presenti veri e propri top player nella produzione di sistemi meccatronici avanzati, applicati a diversi ambiti industriali. Dal suo accreditamento ECHE nel 2019, ITS Lombardia Meccatronica ha partecipato a tre progetti KA102 e due progetti KA202, uno dei quali è stato presentato nel 2019 e non finanziato mentre gli altri quattro sono attualmente in fase di valutazione. Tuttavia, negli ultimi anni l’Istituto ha sviluppato alcune attività transnazionali, in collaborazione con le aziende partner, attraverso le quali circa 10 studenti hanno trascorso parte del loro stage obbligatorio all'estero.


    ESIGENZE CONNESSE ALL'INTERNAZIONALIZZAZIONE E ALLA MODERNIZZAZIONE

    Partendo dal contesto sopra descritto, ITS Lombardia Meccatronica ha definito alcuni aspetti della propria strategia di internazionalizzazione da sviluppare ulteriormente per affrontare il rapido cambiamento sociale ed economico.

  • COLMARE IL GAP DI COMPETENZE: i percorsi formativi puntano a fornire alle aziende le competenze più avanzate per aumentare la loro competitività a livello nazionale ed internazionale. Oltre alle abilità tecniche, le imprese sono sempre più alla ricerca di competenze chiave da integrate nei curricula dei giovani. In questo senso, la mobilità offre opportunità per migliorare l'apprendimento e per rendere più efficaci le metodologie formative finalizzate all’acquisizione di tali competenze in un lasso di tempo relativamente breve.
  • SEGUIRE L'INNOVAZIONE: la tecnologia sta cambiando rapidamente il modo di lavorare nelle aziende, con il rischio che ciò che imparano gli studenti risulti già obsoleto al termine del loro percorso di studi. Pertanto, risulta necessario implementare metodologie di formazione all'avanguardia, che consentano il continuo aggiornamento. A tale scopo si colloca il rafforzamento della dimensione europea nella realizzazione delle attività formative, scambiando pratiche con altri istituti di istruzione tecnica superiore e osservando le metodologie di formazione più avanzate implementate in tutta Europa, nei diversi settori interessati dalla digitalizzazione e dell'industria 4.0.
  • RICONOSCIMENTO E VALIDAZIONE: è necessario migliorare le metodologie per facilitare il riconoscimento delle competenze apprese all'estero, in particolare nell'ottica di aumentare gli scambi di studenti.
  • INTERNAZIONALIZZAZIONE IN CASA PROPRIA: Nel 2013 la Commissione Europea [COM (2013) 499 final] ha evidenziato la necessità di introdurre politiche di internazionalizzazione in casa propria. Occorre ripensare l'internazionalizzazione anche come processo per portare l'Europa e le competenze acquisite attraverso la mobilità, anche a quegli studenti che non hanno la possibilità di partecipare a tali esperienze.

  • OBIETTIVI DELLA STRATEGIA DI INTERNAZIONALIZZAZIONE

    Sulla base dell'analisi dei bisogni presentata sopra, ITS Lombardia Meccatronica intende raggiungere i seguenti obiettivi nell'ambito del prossimo programma Erasmus 2021-2027.

    -Garantire che gli studenti acquisiscano competenze professionali che consentano loro di operare nel campo più avanzato della meccatronica applicata;
    -Migliorare negli studenti le competenze chiave delineate dalla raccomandazione del Consiglio del 22 maggio (2018/C189/01), sempre più richieste dalle aziende;
    -Aumentare le competenze professionali del personale di staff nella progettazione di percorsi formativi innovativi e nell'attuazione di metodologie didattiche attraenti, efficaci e aggiornate;
    -Rafforzare la collaborazione con gli IIS e le aziende all'estero al fine di scambiare pratiche, sviluppare l'innovazione e favorire la mobilità degli studenti e del personale;
    -Migliorare le strategie di riconoscimento e convalida applicate per l'apprendimento basato sul lavoro e la mobilità in classe.


    COERENZA CON LA STRATEGIA PER LO “SPAZIO EUROPEO DELL'ISTRUZIONE”

    Lo Spazio Europeo dell'Istruzione prevede “un'Europa in cui l'apprendimento, lo studio e la ricerca non risultino ostacolati dai confini nazionali. Un continente in cui diventi normale trascorrere del tempo in un altro Stato membro per studiare, imparare o lavorare”. La strategia di internazionalizzazione della Fondazione e le relative attività presentate nei seguenti paragrafi sono in linea con il contenuto della raccomandazione, in particolare contribuiranno a:

    -introdurre regolarmente la mobilità per l'apprendimento nei programmi di formazione tecnica degli istituti di istruzione tecnica superiore;
    -favorire l'acquisizione di competenze chiave negli studenti attraverso la partecipazione alla mobilità o alle attività di “internazionalizzazione in casa propria”;
    -come conseguenza del punto precedente, assicurarsi che i cittadini europei possano parlare almeno due lingue;
    -stabilire meccanismi di riconoscimento e validazione delle competenze attraverso il sistema di crediti, aspetto relativamente nuovo in Italia nell'HVET;
    -supportare i giovani con un background fragile (ostacoli culturali, famiglie a basso reddito, disoccupati) nella ricerca di un'occupazione gratificante e significativa.

    Ben saliti a bordo ragazzi!
    Anche quest'anno, nonostante le difficoltà del momento, sono partiti i nostri corsi post-diploma ITS e IFTS. Per il settimo anno consecutivo cresce il numero di allievi di ITS Lombardia Meccatronica, che oggi supera quota 400 (250 i nuovi iscritti).  Dopo la selezione delle numerose candidature pervenute sono stati formati i gruppi classe e sono iniziate le prime lezioni. Le prove del processo di selezione, e soprattutto il colloquio motivazionale, hanno fatto emergere la passione per il mondo della meccatronica dei nostri giovani allievi (e allieve). Ora spetta a loro far fruttare questa opportunità con impegno ed entusiasmo nel percorso formativo che condivideremo insieme. I 9 corsi avviati, di cui 7 biennali (ITS) e 2 annuali (IFTS), si collocano in diversi ambiti della meccatronica (industriale, biomedicale, autoferrotranviaria, automotive) e sono realizzati nelle 4 sedi in provincia di Milano, Bergamo, Brescia e Lecco.   Desideriamo, quest'anno ancor di più, fare il nostro grande "in bocca al lupo" ai nostri studenti, perchè possano dare il meglio in tutte le attività che li vedranno coinvolti, in istituto, in azienda, e in qualsiasi contesto li porterà il corso.
    Buon lavoro, molte persone fanno il tifo per voi!
    Riapertura del bando di iscrizione per il biennio 2020-2022

    Come previsto dal bando per i corsi ITS 2020-22, la Fondazione ha deliberato la riapertura delle selezioni per assegnare gli ultimi posti disponibili relativi ai seguenti corsi ITS:

    - Tecnico superiore per l'automazione ed i sistemi meccatronici industriali (sede di Lecco)

    - Tecnico superiore per l'automazione ed i sistemi meccatronici industriali (sede di Lonato del Garda - BS)

    L’iscrizione alle selezioni è gratuita e scadrà giovedì 5 novembre 2020 alle ore 12.00.
    Requisiti di accesso sono il possesso di un diploma di scuola superiore quinquennale, un'età inferiore ai 30 anni al momento dell'accesso alla prima lezione, lo stato di disoccupato o di lavoratore a basso reddito (inferiore al minimo imponibile ai fini fiscali). 

    Per poter compilare il modulo online (disponibile nella sezione “Iscrizioni” del nostro sito) è necessario caricare la scansione di ognuno dei seguenti documenti:

    - codice fiscale (fronte-retro)
    - documento d’identità (fronte-retro)
    - curriculum vitae
    - titolo di studio valido per l’accesso al/ai percorso/i formativo/i scelto/i (o certificazione sostitutiva rilasciata dall’Istituto scolastico-formativo, oppure autocertificazione dell’interessato - conforme al seguente modello -, soggetta a verifica da parte della Fondazione)
    - eventuali attestati (es. ECDL, certificazioni linguistiche e tecniche ecc.).

    Le selezioni prevedono lo svolgimento di un test attitudinale nella mattinata di venerdì 6 novembre 2020, seguito in giornata da un colloquio motivazionale.

    Il test attitudinale (a cui ci si può preparare con i libri di testo delle superiori) ha lo scopo di verificare il livello delle competenze di base possedute dai candidati nei campi considerati propedeutici al percorso formativo: 

    - competenze matematiche: saper risolvere problemi applicando le regole della trigonometria, essere in grado di rappresentare graficamente una funzione, calcolare derivate di funzioni, calcolare l'integrale di funzioni elementari; 
    - competenze logico-informatiche: essere in grado di eseguire operazioni in differenti sistemi di numerazione, operare con variabili e funzioni logiche, saper utilizzare la rappresentazione grafica mediante flow-chart; 
    - competenze di lingua inglese (livello A2 del QCER): essere in grado di comunicare a un livello elementare nei vari contesti della vita quotidiana (se stessi, la casa, il cibo, lo sport, la famiglia, i viaggi, il lavoro ecc. ); 
    - competenze grafico-tecnologiche: saper utilizzare i diversi metodi di rappresentazione grafica di un oggetto, essere in grado di applicare le norme del disegno tecnico riguardanti le tolleranze dimensionali, le rugosità e le filettature.

    N.B.  la riapertura delle iscrizioni alle selezioni è relativa unicamente ai due corsi sopra indicati.

    Ripartiamo in sicurezza

    Per consentire la ripresa in presenza delle attività della Fondazione ITS presso tutte le sedi territoriali e in condizioni di sicurezza sanitaria, vista l’emergenza epidemiologica in corso, è stata elaborata un'Informativa (qui consultabile), contenente le principali regole stabilite dalla Direzione della Fondazione con la collaborazione del Servizio di Prevenzione e Protezione dai rischi e con il Servizio di Medicina del Lavoro.

    Tutti gli utenti della Fondazione (allievi, docenti, personale di staff) sono tenuti alla presa visione e sottoscrizione dell'Informativa, che dovranno consegnare al momento del primo accesso agli ambienti della sede legale e delle sedi territoriali.

    I contenuti dell’informativa si attuano presso la sede legale di Sesto San Giovanni e presso le singole sedi territoriali secondo quanto indicato nel Piano di Coordinamento sicurezza della Fondazione (qui consultabile). In aggiunta sono disponibili sui rispettivi siti istituzionali i protocolli adottati dalle sedi ospitanti. La documentazione  relativa al processo di gestionde del rischio Covid-19 è soggetta agli aggiornamenti ai sensi di legge.

    In linea:
    Informativa sulle misure di prevenzione per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19
    COVID-19_Piano di coordinamento sicurezza (27.10.20)

    Aperte le iscrizioni ai percorsi formativi in avvio nell’anno 2020/2021

    Sono stati pubblicati i bandi ai percorsi di Istruzione Tecnica Superiore (ITS) e ai percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS), programmati nell’ambito dell’offerta formativa 2020/2021.

    Per garantire una modalità di lezione applicativa e interattiva, tutti i percorsi formativi sono a numero chiuso. Fino al 21 settembre 2020 è possibile caricare la propria domanda di iscrizione alle selezioni per i seguenti corsi:

    Corsi biennali ITS
    - Corso ITS in Tecnico superiore per l’automazione ed i sistemi meccatronici industriali [sedi di Sesto S. Giovanni (MI), Bergamo, Lecco e Lonato del Garda (BS)]
    - Corso ITS in Tecnico superiore per l’automazione ed i sistemi meccatronici autoferrotranviari [sede di Sesto S. Giovanni (MI)]
    - Corso ITS in Tecnico superiore per l’automazione ed i sistemi meccatronici biomedicali [sede di Sesto S. Giovanni MI)]

    Corsi annuali IFTS
    - Corso IFTS in Tecniche di installazione e manutenzione di impianti elettrici civili ed industriali - Impianti meccatronici applicati a veicoli a motore ecosostenibili [sede di Sesto S. Giovanni (MI)]
    - Corso IFTS in Tecniche di installazione e manutenzione di impianti elettrici civili ed industriali - Sistemi meccatronici avanzati applicati all'industria [sede di Sesto S. Giovanni (MI)]

    Nella domanda di iscrizione alle selezioni dovrà essere indicato il corso prescelto ed eventuali ulteriori corsi in subordine, in caso di possibili ripescaggi.

    Per poter compilare il modulo online (disponibile nella sezione “Iscrizioni” del nostro sito) è necessario caricare la scansione di ognuno dei seguenti documenti:

    - codice fiscale (fronte-retro)
    - documento d’identità (fronte-retro)
    - curriculum vitae
    - titolo di studio valido per l’accesso al/ai percorso/i formativo/i scelto/i (o certificazione sostitutiva rilasciata dall’Istituto scolastico-formativo, oppure autocertificazione dell’interessato - conforme al seguente modello -, soggetta a verifica da parte della Fondazione)
    - eventuali attestati (es. ECDL, certificazioni linguistiche e tecniche ecc.).

    Le selezioni prevedono un test scritto attitudinale e un colloquio motivazionale.
     

    Per chi fosse interessato ai corsi ITS, il bando di selezione prevede lo svolgimento del test scritto attitudinale nel pomeriggio di martedì 22 settembre 2020 alle ore 15.00 presso la sede del corso indicato come prima scelta nell’iscrizione online.
     

    Per chi fosse interessato ai corsi IFTS, il bando di selezione prevede lo svolgimento del test scritto attitudinale nella mattina di giovedì 1 ottobre 2020 alle ore 8.30 presso la sede di Sesto San Giovanni (MI).
     

    colloqui motivazionali di entrambe le selezioni si svolgeranno in modalità a distanza nei giorni successivi, secondo un calendario che verrà comunicato al termine del test attitudinale.

    Prima di procedere con la compilazione del modulo online è necessario consultare i contenuti dei singoli bandi, con le informazioni ufficiali dettagliate circa requisiti, costi, date e modalità di selezione:

    Bando di selezione ai corsi ITS
    Bando di selezione ai corsi IFTS

    Clicca qui per caricare la tua domanda di iscrizione alle selezioni

    #GIOVANIMECCATRONICI

    Con la campagna di comunicazione  #GIOVANIMECCATRONICI abbiamo voluto dar voce alle storie dei nostri studenti, mettendo in risalto le loro passioni e le motivazioni che li hanno portati a investire sul proprio futuro iscrivendosi ai nostri corsi.
    Attraverso interviste e racconti abbiamo approfondito le loro esperienze vissute all’interno dei percorsi formativi di ITS Lombardia Meccatronica, che li porteranno a essere i tecnici meccatronici di oggi e di domani.
    Trovate di seguito i contributi:

    #GIOVANIMECCATRONICI - 1: L’ingegneria clinica nella gestione dell’emergenza sanitaria. L’esperienza di Riccardo

    #GIOVANIMECCATRONICI - 2: Carlotta, Laura, Sara e Francesca: l’ITS, una scelta vincente!

    #GIOVANIMECCATRONICI - 3: Quando l'ITS è ricerca applicata. Francesco in stage al CNR

    #GIOVANIMECCATRONICI - 4: Da liceale a apprendista meccatronico: Matteo ha trovato così la propria strada

    #GIOVANIMECCATRONICI - 5: Gabriele, Francesco e Redjan: tre diverse sedi di studio, un’unica esperienza di stage in Inghilterra

    #GIOVANIMECCATRONICI - 6: Dall’Università all’ITS: la scelta di Alberto per un percorso più adatto alle proprie caratteristiche

    #GIOVANIMECCATRONICI - 7: IFTS e ITS: percorsi fatti su misura..., anche per chi affronta le sfide a piccoli passi

    #GIOVANIMECCATRONICI - 7

    Io lo so come sono fatto: ho bisogno di affrontare le sfide quotidiane a piccoli passi, guadagnando un traguardo dopo l’altro senza strafare!

    Questa è la bussola che ha guidato le scelte del nostro allievo Christian, alla scoperta della professione del proprio futuro.

    Ho sempre avuto la “passione per il fare”, attratto da tutto ciò che fosse tecnologia e meccanica in particolare: dopo la terza media mi è sembrato naturale iscrivermi a un percorso professionale, dove poter imparare a far funzionare le diverse macchine e a ripararle in caso di malfunzionamento.

    È in quell’ambiente che Christian ha visto maturare l’interesse per la meccatronica, e per la sua multidisciplinarietà.

    Conseguito il diploma professionale avevo il desiderio di specializzarmi sulle tecnologie del futuro, sempre più complesse e integrate. Così mi sono iscritto al corso annuale post-diploma IFTS in “manutenzione dei veicoli ecosostenibili”, con un’attenzione ai motori ibridi o elettrici, dove le offerte di lavoro sono in continua crescita.

    Il percorso è molto coinvolgente: poter svolgere le lezioni fuori dalla sede del corso, presso le officine di grandi imprese e concessionarie, che si occupano della manutenzione di veicoli industriali o di veicoli ad uso privato, ha fatto la differenza, permettendomi di apprendere direttamente dall’esperienza dei tecnici aziendali».

    Fra poco Christian terminerà il percorso con l’esame di specializzazione, ma il suo pensiero già punta a un nuovo traguardo.

    «Nella sede di Sesto la Fondazione ITS Lombardia Meccatronica realizza anche corsi biennali, in diversi indirizzi, tra cui quello industriale. Mi piacerebbe approfondire anche le parti più gestionali e di processo del mestiere del meccatronico: la relazione con i clienti, l’organizzazione del lavoro in team, la dimensione della progettazione… sono tematiche che ho scoperto guardando i piani di studio e che vorrei sviluppare. Non vedo l’ora di iniziare il corso ITS e imparare nuove competenze dalla passione dei professionisti che incontrerò in questo percorso».

    Quella di Christian è una storia che accomuna diversi nostri studenti, che hanno maturato cammin facendo i propri interessi, mettendoli in relazione con le proprie attitudini e con le competenze man mano acquisite: corso di istruzione e formazione professionale - corso annuale IFTS - corso biennale ITS, una “filiera formativa” con percorsi fatti su misura, rispettosi dei ritmi e dei tempi di ogni giovane.

    LEGGI LE PUNTATE PRECEDENTI:

    #GIOVANIMECCATRONICI - 1: L’ingegneria clinica nella gestione dell’emergenza sanitaria. L’esperienza di Riccardo

    #GIOVANIMECCATRONICI - 2: Carlotta, Laura, Sara e Francesca: l’ITS, una scelta vincente!

    #GIOVANIMECCATRONICI - 3: Quando l'ITS è ricerca applicata. Francesco in stage al CNR

    #GIOVANIMECCATRONICI - 4: Da liceale a apprendista meccatronico: Matteo ha trovato così la propria strada

    #GIOVANIMECCATRONICI - 5: Gabriele, Francesco e Redjan: tre diverse sedi di studio, un’unica esperienza di stage in Inghilterra

    #GIOVANIMECCATRONICI - 6: Dall’Università all’ITS: la scelta di Alberto per un percorso più adatto alle proprie caratteristiche

    #GIOVANIMECCATRONICI - 6

    Il mio percorso formativo in ambito tecnico è iniziato alle scuole superiori, frequentando un istituto a indirizzo meccanico e meccatronico. Fin dall’inizio sono stato attirato dalle materie tecniche, in modo particolare da quelle legate al mondo dell’automazione, portandomi ad approfondire anche autonomamente una serie di competenze che nel corso degli anni mi sono tornate molto utili.

    Con il tempo ho scoperto una passione per il mondo biomedicale, in particolare nell’ambito delle protesi, maturando l’intenzione di proseguire gli studi all’università per diventare Ingegnere Biomedico. In quinta superiore, dopo aver superato il test di ingresso per ingegneria, ho iniziato a sviluppare il mio progetto per la maturità, e unendo tutte le competenze acquisite negli anni, ho progettato e realizzato la protesi motorizzata di una mano, in grado di muoversi con un controllo da remoto, il tutto stampato in 3D con la tecnologia additiva.

    Avviato il primo anno di ingegneria, dopo aver frequentato il primo semestre di lezioni, ho iniziato a capire che quella strada non faceva per me, essendo un percorso prettamente teorico. Infatti, ho sempre mostrato molto interesse e curiosità per le materie pratiche di qualsiasi genere, e in generale sono sempre stato definito uno “smanettone”, sia che si tratti di informatica, meccanica o elettronica.

    A questo punto mi sono trovato nella situazione di non sapere cosa fare del mio futuro, perché, pur avendo molte proposte di lavoro in ambito meccanico, avevo comunque l’intenzione di proseguire gli studi e specializzarmi nell’ambito biomedicale; così ho voluto frequentare anche il secondo semestre di lezioni, ma senza grandi soddisfazioni. Proprio in quel periodo, sono venuto a conoscenza della nuova opportunità di formazione post-diploma degli ITS, e che all’ITS Lombardia Meccatronica sarebbe partito il nuovo percorso  biomedicale. Ho subito deciso di informarmi, e dopo averci pensato bene, ho deciso di abbandonare l’università e iniziare questo nuovo percorso più adatto a me.

    Fin da subito mi sono accorto delle enormi differenze con l’università: le lezioni teoriche dopo poco tempo vengono applicate in laboratorio per comprendere al meglio gli argomenti. Le discipline di studio sono numerose e svariate: si parte con quelle della meccatronica di base, come la meccanica, l’elettrotecnica, l’elettronica, fino ad arrivare a materie professionalizzanti, come informatica medica, diagnostica per immagini, apparecchiature biomedicali. Al termine del primo anno di lezione ho svolto uno stage di due mesi e mezzo presso il servizio di ingegneria clinica di un importante ospedale di Milano, dove ho potuto mettere in pratica le conoscenze apprese e comprendere come funziona il mondo del lavoro in questo settore.

    Ho scoperto quanto sia ampio e vario il mestiere del tecnico biomedicale, e come sia un profilo molto ricercato. Già durante lo stage infatti ho ricevuto una proposta di lavoro dallo stesso ospedale.

    Ho preferito però concentrarmi sullo studio e iniziare il secondo anno di formazione, molto più pratico e concentrato sulle discipline professionalizzanti, con tantissime lezioni tenute da formatori aziendali, arricchite da esperienze presso le loro sedi.

    Per lo stage del secondo anno che inizierò a breve, ho chiesto di sperimentare un contesto diverso, così lavorerò nel laboratorio di un'azienda produttrice di apparecchiature elettromedicali, occupandomi dell’assistenza tecnica post-vendita. Hanno una posizione aperta in quel ruolo, lo stage sarà come un periodo di prova al termine del quale è probabile che ci sarà una proposta di assunzione.

    Poi sarà la volta dell’esame di Stato per il conseguimento del diploma di tecnico superiore biomedicale… e a quel punto ci sarà un nuovo inizio.

     

    LEGGI LE PUNTATE PRECEDENTI:

    #GIOVANIMECCATRONICI - 1: L’ingegneria clinica nella gestione dell’emergenza sanitaria. L’esperienza di Riccardo

    #GIOVANIMECCATRONICI - 2: Carlotta, Laura, Sara e Francesca: l’ITS, una scelta vincente!

    #GIOVANIMECCATRONICI - 3: Quando l'ITS è ricerca applicata. Francesco in stage al CNR

    #GIOVANIMECCATRONICI - 4: Da liceale a apprendista meccatronico: Matteo ha trovato così la propria strada

    #GIOVANIMECCATRONICI - 5: Gabriele, Francesco e Redjan: tre diverse sedi di studio, un’unica esperienza di stage in Inghilterra

    #GIOVANIMECCATRONICI - 5

    Dal 2017 è attiva una collaborazione tra ITS Lombardia Meccatronica e l’organizzazione internazionale IMechE (Institution of Mechanical Engineers), che nel corso di questi anni ha consentito a 7 allievi dei nostri corsi in meccatronica industriale di svolgere uno stage nel Regno Unito.

    IMechE è un’istituzione riconosciuta dal Governo Britannico con un Royal Charter che possiede 160 anni di storia e attualmente raduna oltre 100.000 affiliati (dai semplici appassionati di meccanica fino agli ingegneri) in quasi tutte le nazioni del mondo.

    Tra le diverse attività di promozione e innovazione, in ambito educational IMechE lavora per favorire la formazione dei tecnici di domani con numerose attività nell’ambito delle scuole a tutti i livelli (dalle primarie fino all’università), tra cui il progetto di internazionalizzazione realizzato con il nostro ITS. 

    La scorsa estate Gabriele, Francesco e Redjan hanno svolto uno stage di un mese presso Code a Weld, nella filiale aziendale di Bath, a 200 km da Londra. L’impresa si occupa di certificare la qualità della saldatura di componenti metallici.

    «L’attività dell’azienda è svolta in 3 principali reparti» così ci racconta Gabriele, studente della nostra sede di Bergamo. «Nell’officina meccanica si realizza il primo step del processo, dove sono accolti i pezzi metallici in arrivo dai clienti situati in tutto il territorio inglese, e vengono modellati alle macchine utensili per essere idonei alle prove di laboratorio. Il laboratorio di prove non distruttive è il secondo reparto, dotato di una camera a raggi X e una camera di stampa: l’addetto esegue fotografie da diverse angolazioni, in modo da avere una panoramica a 360° della saldatura sul pezzo; dopo aver stampato tutte le lastre, effettua i controlli analizzando se ci sono crepe o bolle d’aria all’interno di essa. Nell’ultimo reparto, il laboratorio di prove distruttive si trova una macchina con cui viene testata la resistenza dei pezzi metallici saldati, misurando la forza necessaria a raggiungere la rottura».

    «Le attività sono svolte con la costante supervisione di enti come IMechE» prosegue Redjan, studente della nostra sede di Sesto San Giovanni «che certificano le diverse fasi di lavoro dell'azienda: è necessario che queste vengano realizzate da operatori in possesso di specifica abilitazione, che anch’io e i miei compagni abbiamo conseguito al termine dello stage».

    «Il bilancio del nostro stage all’estero è stato molto positivo», conferma per tutti Francesco, studente della nostra sede lecchese. «Abbiamo svolto le attività a rotazione nei diversi reparti, per avere una conoscenza a 360 gradi dell’intero processo: questo ci ha aiutato a capire cosa vuol dire inserirsi in un contesto aziendale, svolgere responsabilmente i compiti che vengono affidati, rispettare le scadenze date».

    I nostri studenti hanno vissuto un mese nel medesimo appartamento, condividendo la gestione domestica e portando a casa un’esperienza ricca, non solo dal punto di vista tecnico. La calorosa accoglienza dei colleghi e dei tutor aziendali ha permesso loro di lavorare in team, perfezionando la lingua inglese, sentendosi seguiti e affiancati con grande disponibilità e competenza; il tutto mettendo direttamente le “mani in pasta”, applicando quanto appreso sul campo.

     

    LEGGI LE PUNTATE PRECEDENTI:

    #GIOVANIMECCATRONICI - 1: L’ingegneria clinica nella gestione dell’emergenza sanitaria. L’esperienza di Riccardo

    #GIOVANIMECCATRONICI - 2: Carlotta, Laura, Sara e Francesca: l’ITS, una scelta vincente!

    #GIOVANIMECCATRONICI - 3: Quando l'ITS è ricerca applicata. Francesco in stage al CNR

    #GIOVANIMECCATRONICI - 4: Da liceale a apprendista meccatronico: Matteo ha trovato così la propria strada