ERASMUS+: Il nostro ITS all'estero

ERASMUS+: Il nostro ITS all'estero

21-11-2020

Sono attivi diversi progetti di mobilità internazionale per studenti e docenti


ITS Lombardia Meccatronica has been awarded with the Erasmus Charter for Higher Education, (ECHE) an accreditation under the Erasmus+ programme 2021-2027 which allows our organisation to offer students and staff with learning mobility opportunities abroad. 

Our international strategy for the next years is resumed in our Erasmus Policy Statement presented below.


ERASMUS POLICY STATEMENT

Fondazione Istituto Tecnico Superiore Lombardo per le Nuove tecnologie Meccaniche e Meccatroniche is a higher VET institution (HVET) operating in the field of mechatronics and industry 4.0. The education provision is composed of 5 courses:

-Industrial Mechatronics (EQF 5)
-Production and maintenance of mechatronic systems applied to public transportation (EQF5)
-Mechatronic systems applied to biomedical equipment (EQF5)
-Mechatronics of Eco-Sustainable vehicles (EQF4)
-Maintenance 4.0 for advanced mechatronic systems (EQF4)

Almost 250 students are enrolled every year in the 4 training centres of ITS Lombardia Meccatronica. The unique combination of high quality theoretical preparation and massive practical training (in average 400 hours of work based learning every 1000 hours of training) offered by the ITS has given remarkable results which are confirmed by the employment rate of students after 1 year from the degree (98%). One of the main strengths of ITS Lombardia Meccatronica is the collaboration with local companies and business associations, which enables the creation of training paths at the forefront of innovation. Among the 27 founding members of ITS Lombardia Meccatronica and the 106 associated partners we can find some top players in the production of advanced mechatronic systems applied to different Industries. Since its ECHE accreditation in 2019 ITS Lombardia Meccatronica has participated in three KA102 projects and two KA202 projects, one of them was submitted in 2019 and not funded while the other four are currently under the evaluation process. Nonetheless, during the last years our institution has developed some transnational activities for students in collaboration with the partner companies through which roughly 10 learners have spent part of their compulsory internship abroad.


NEEDS RELATED TO INTERNATIONALISATION AND MODERNISATION

Starting from the context described above, we have defined some aspects of our internationalisation strategy to be further developed in order to face the rapidly changing society and economy.

  1. FILLING THE SKILLS GAP: our training courses must be constantly aiming at providing companies with the most advanced competences to increase their competitiveness at national and international level. Apart from technical skills, key competences are always more requested by employers and need to be better embedded in curricula. In this sense, learning mobility is the most effective training methodology to acquire such competences in a relatively short amount of time, and it must be further developed.
  2. EMBRACING INNOVATION: technology is rapidly changing the way companies operate, the risk is that what students learn in class is already obsolete when they finish school. Therefore, we have to implement cutting edge training methodologies in order to be constantly up to date. It is necessary to boost the European dimension of our activities to exchange practices with other Higher Education Institutions and observe the most advanced training methodologies implemented across Europe in the fields of digitalisation process and industry 4.0.
  3. RECOGNITION AND VALIDATION: there is a need of improving the methodologies for facilitating the recognition of the competences learnt abroad, particularly in view of increasing the exchanges of students.
  4. INTERNATIONALISATION AT HOME: In 2013 the European Commission (COM(2013) 499 final) highlighted the need of introducing policies concerning internationalisation at home. We need to rethink internationalisation also as a process to bring Europe and the competences acquired through mobility even to those students that do not have the possibility to participate in such experiences.


OBJECTIVES OF THE INTERNATIONALISATION STRATEGY

On the basis of the need analysis presented above, ITS Lombardia Meccatronica would like to achieve the following objectives within the next Erasmus programme 2021-2027.

-To ensure that students acquire professional competences which allows them to operate in the most advanced field of applied mechatronics;
-To improve in students, the key competences outlined by council recommendation of 22 May (2018/C 189/01), which are increasingly requested by companies;
-To increase the professional competences of the staff in designing innovative training courses and implement attractive, effective and up-to-date teaching methodologies;
-To strengthen the collaboration with HEI and companies abroad in order to exchange practices, develop innovation and foster mobility of learners and staff;
-To improve the recognition and validation strategies applied for work based learning and mobility in class.


COHERENCE WITH THE EUROPEAN EDUCATION AREA STRATEGY

The European Education Area envisages a “Europe in which learning, studying and doing research would not be hampered by borders. A continent, where spending time in another Member State to study, to learn, or to work has become the standard”. Our internationalisation strategy and the related activities presented in the following paragraphs are in line with the content of the recommendation, in particular they will contribute to:

-Introduce learning mobility on a regular basis in the technical training programmes of Higher VET institutions; - Foster the acquisition of key competences in learners generated by the participation in mobility or the “internationalisation at home” activities;
-As consequence of the previous point, make sure that European citizens can speak at least two languages;
-Establish mechanism of recognition and validation of competences through credit system, which is a relatively new aspect in Italy in HVET;
-Support young people with fragile background (cultural obstacles, low income families, unemployed) in finding a rewarding and meaningful occupation.

 

 

Fondazione Istituto Tecnico Superiore Lombardo per le Nuove tecnologie Meccaniche e Meccatroniche (dora in avanti anche “Fondazione” o “ITS Lombardia Meccatronica”) ha avuto il riconoscimento dell'Erasmus Charter for Higher Education (ECHE), un accreditamento nell'ambito del programma Erasmus+ 2021-2027, che le consente di offrire a studenti e personale di staff l’opportunità della mobilità per l'apprendimento all'estero.

Di seguito presentiamo la strategia internazionale adottata dalla Fondazione per i prossimi anni nell’ambito del programma Erasmus+.


ERASMUS POLICY STATEMENT

ITS Lombardia meccatronica è un istituto di formazione terziaria professionalizzante (HVET) che opera nel campo della meccatronica e dell'industria 4.0. L'offerta formativa è articolata in 5 corsi che formano le figure del:

-Tecnico Superiore in ambito meccatronico industriale (EQF 5)
-Tecnico Superiore in ambito meccatronico autoferrotranviario (EQF5)
-Tecnico Superiore in ambito meccatronico biomedicale (EQF5)
-Manutentore meccatronico dei veicoli ecosostenibili (EQF4)
-Manutentore meccatronico per sistemi avanzati 4.0 (EQF4)

Sono oltre 250 gli studenti iscritti ogni anno nelle 4 sedi formative della Fondazione. La combinazione tra preparazione teorica di alta qualità e immediata applicazione di quanto studiato (in media 400 ore di formazione on the job ogni 1000 ore di formazione) offerta da ITS Lombardia meccatornica ha dato risultati eccellenti, confermati dal tasso di occupazione degli studenti dopo 1 anno dal completamento del corso (98%). Uno dei principali punti di forza di ITS Lombardia Meccatronica è la collaborazione con aziende e associazioni di imprese del territorio, che consente la realizzazione di percorsi formativi all'avanguardia nell'innovazione. Tra i 133 soci della Fondazione sono presenti veri e propri top player nella produzione di sistemi meccatronici avanzati, applicati a diversi ambiti industriali. Dal suo accreditamento ECHE nel 2019, ITS Lombardia Meccatronica ha partecipato a tre progetti KA102 e due progetti KA202, uno dei quali è stato presentato nel 2019 e non finanziato mentre gli altri quattro sono attualmente in fase di valutazione. Tuttavia, negli ultimi anni l’Istituto ha sviluppato alcune attività transnazionali, in collaborazione con le aziende partner, attraverso le quali circa 10 studenti hanno trascorso parte del loro stage obbligatorio all'estero.


ESIGENZE CONNESSE ALL'INTERNAZIONALIZZAZIONE E ALLA MODERNIZZAZIONE

Partendo dal contesto sopra descritto, ITS Lombardia Meccatronica ha definito alcuni aspetti della propria strategia di internazionalizzazione da sviluppare ulteriormente per affrontare il rapido cambiamento sociale ed economico.

  1. COLMARE IL GAP DI COMPETENZE: i percorsi formativi puntano a fornire alle aziende le competenze più avanzate per aumentare la loro competitività a livello nazionale ed internazionale. Oltre alle abilità tecniche, le imprese sono sempre più alla ricerca di competenze chiave da integrate nei curricula dei giovani. In questo senso, la mobilità offre opportunità per migliorare l'apprendimento e per rendere più efficaci le metodologie formative finalizzate all’acquisizione di tali competenze in un lasso di tempo relativamente breve.
  2. SEGUIRE L'INNOVAZIONE: la tecnologia sta cambiando rapidamente il modo di lavorare nelle aziende, con il rischio che ciò che imparano gli studenti risulti già obsoleto al termine del loro percorso di studi. Pertanto, risulta necessario implementare metodologie di formazione all'avanguardia, che consentano il continuo aggiornamento. A tale scopo si colloca il rafforzamento della dimensione europea nella realizzazione delle attività formative, scambiando pratiche con altri istituti di istruzione tecnica superiore e osservando le metodologie di formazione più avanzate implementate in tutta Europa, nei diversi settori interessati dalla digitalizzazione e dell'industria 4.0.
  3. RICONOSCIMENTO E VALIDAZIONE: è necessario migliorare le metodologie per facilitare il riconoscimento delle competenze apprese all'estero, in particolare nell'ottica di aumentare gli scambi di studenti.
  4. INTERNAZIONALIZZAZIONE IN CASA PROPRIA: Nel 2013 la Commissione Europea [COM (2013) 499 final] ha evidenziato la necessità di introdurre politiche di internazionalizzazione in casa propria. Occorre ripensare l'internazionalizzazione anche come processo per portare l'Europa e le competenze acquisite attraverso la mobilità, anche a quegli studenti che non hanno la possibilità di partecipare a tali esperienze.


OBIETTIVI DELLA STRATEGIA DI INTERNAZIONALIZZAZIONE

Sulla base dell'analisi dei bisogni presentata sopra, ITS Lombardia Meccatronica intende raggiungere i seguenti obiettivi nell'ambito del prossimo programma Erasmus 2021-2027.

-Garantire che gli studenti acquisiscano competenze professionali che consentano loro di operare nel campo più avanzato della meccatronica applicata;
-Migliorare negli studenti le competenze chiave delineate dalla raccomandazione del Consiglio del 22 maggio (2018/C189/01), sempre più richieste dalle aziende;
-Aumentare le competenze professionali del personale di staff nella progettazione di percorsi formativi innovativi e nell'attuazione di metodologie didattiche attraenti, efficaci e aggiornate;
-Rafforzare la collaborazione con gli IIS e le aziende all'estero al fine di scambiare pratiche, sviluppare l'innovazione e favorire la mobilità degli studenti e del personale;
-Migliorare le strategie di riconoscimento e convalida applicate per l'apprendimento basato sul lavoro e la mobilità in classe.


COERENZA CON LA STRATEGIA PER LO “SPAZIO EUROPEO DELL'ISTRUZIONE”

Lo Spazio Europeo dell'Istruzione prevede “un'Europa in cui l'apprendimento, lo studio e la ricerca non risultino ostacolati dai confini nazionali. Un continente in cui diventi normale trascorrere del tempo in un altro Stato membro per studiare, imparare o lavorare”. La strategia di internazionalizzazione della Fondazione e le relative attività presentate nei seguenti paragrafi sono in linea con il contenuto della raccomandazione, in particolare contribuiranno a:

-introdurre regolarmente la mobilità per l'apprendimento nei programmi di formazione tecnica degli istituti di istruzione tecnica superiore;
-favorire l'acquisizione di competenze chiave negli studenti attraverso la partecipazione alla mobilità o alle attività di “internazionalizzazione in casa propria”;
-come conseguenza del punto precedente, assicurarsi che i cittadini europei possano parlare almeno due lingue;
-stabilire meccanismi di riconoscimento e validazione delle competenze attraverso il sistema di crediti, aspetto relativamente nuovo in Italia nell'HVET;
-supportare i giovani con un background fragile (ostacoli culturali, famiglie a basso reddito, disoccupati) nella ricerca di un'occupazione gratificante e significativa.