March 22, 2018 00:00

Gli Open Day 2018

ITS Lombardia Meccatronica presenterà la propria mission e le attività programmate per l'Anno Formativo 2018/2019 nelle sedi corsuali di Milano (Sesto San Giovanni), Bergamo, Lecco e Brescia (Lonato del Garda). L’invito è particolarmente rivolto a giovani diplomati, diplomandi e alle loro famiglie, agli operatori delle scuole superiori, ai rappresentanti delle istituzioni e alle imprese che producono o che utilizzano tecnologia meccatronica.

Dopo la presentazione iniziale, lo staff ITS sarà a disposizione dei partecipanti per dare informazioni sull’organizzazione dei corsi (iscrizioni, test d’ingresso, costi, moduli formativi, stage, facilitazioni…). Inoltre sarà possibile un confronto con le aziende partner che saranno presenti con i propri stand per illustrare i possibili sbocchi professionali nel mondo del lavoro.

Di seguito i dettagli degli appuntamenti di Open Day nelle quattro diverse sedi corsuali:

 

Sede di Lecco

Sabato 5 maggio alle ore 10.00 presso l’Istituto di Istruzione Superiore “P.A. Fiocchi”, via Belfiore 4 – Lecco.

Iscriviti

 

Sede di Lonato del Garda (BS)

Sabato 12 maggio alle ore 10.00 presso l’Istituto di Istruzione Superiore “L. Cerebotani”, Via Galileo Galilei 1 - Lonato del Garda (BS)

Iscriviti

 

Sede di Sesto San Giovanni (MI) 

Sabato 19 maggio alle ore 10.00 presso l’Istituto Tecnico Salesiano “E. Breda”, viale Matteotti 425 - Sesto San. Giovanni (MI).   

Iscriviti

 

Sede di Bergamo:

Sabato 26 maggio alle ore 10.00 presso l’Istituto Tecnico Statale “P. Paleocapa”, via Gavazzeni 29 - Bergamo (parcheggio in via Europa).

Iscriviti

 

La partecipazione è gratuita.

È richiesta l’iscrizione online entro il giorno precedente all’evento, ai link relativi alla sede prescelta

Per ogni richiesta di informazione o di chiarimento si può fare riferimento ai seguenti recapiti:

T: 02.26292.1 (centralino, sede di Sesto San Giovanni)

M: info@itslombardiameccatronica.it

W: www.itslombardiameccatronica.it

 

November 16, 2017 00:00

Convention 2017

Venerdì 13 novembre 2017, nella prestigiosa ed elegante sede milanese di Assolombarda Confindustria Milano, Monza Brianza, si è tenuta l’ormai consueta Convention della Fondazione ITS Lombardia Meccatronica.

La prima parte dell’assise è stata dedicata ai docenti dell’ITS, provenienti dalle due sedi “consolidate” di Sesto San Giovanni e Bergamo e dalle due sedi recentemente inaugurate di Lecco e Lonato del Garda (BS). Questa sessione didattica ha riguardato gli obiettivi formativi, la progettazione didattica, le modalità formative, i profili degli studenti “meccatronici” e le nuove strumentazioni e procedure che sono state introdotte per coordinare l’attività delle varie sedi e per renderla sempre più efficace, condivisa e compartecipata. A tal proposito, dopo il saluto di Davide Ballabio (responsabile dell’Unità Scuola e Alta Formazione di Assolombarda) sono seguiti gli interventi di Raffaele Crippa (direttore della Fondazione), Andrea Cereda (coordinatore della sede di Sesto San Giovanni), e dei vari tutor dell’ITS.

La sessione istituzionale e plenaria, svoltasi presso l’auditorium, ha visto, oltre ai docenti, la partecipazione dei partner della Fondazione, delle aziende che hanno voluto erogare 20 donazioni per il sostegno allo studio da 1.000,00 euro cadauna (Alstom Ferroviaria, Andreas Stihl, BLM, Castel, Eplan, G2, Geico Taikisha, Gibitre, Giussani Stampi, Heidenhain, ILME, SIAD, Streparava), e ovviamente gli studenti più meritevoli che sono stati premiati con una breve ma toccante cerimonia.

La presidente della Fondazione Monica Poggio e la Responsabile dell’Area Sistema Formativo e Capitale Umano di Assolombarda, Chiara Manfredda, non hanno voluto mancare alla Convention per sottolineare l’attenzione che il mondo industriale e produttivo riserva agli ITS e a quello Meccatronico in particolare e per confermare le aspettative e la stima nei confronti di tutti gli studenti degli ITS.

Questa seconda parte è servita al direttore Crippa, ai vari membri dello staff, alle aziende presenti, per dimostrare, numeri alla mano, l’importante evoluzione dell’ITS Lombardia Meccatronica dall’anno del suo avvio (2014) ad oggi: 66 enti partner, oltre 200 imprese coinvolte nei percorsi formativi (docenze, stage, visite tecniche, contributi di vario genere), 4 sedi territoriali, 8 corsi ITS meccatronici (tra industriale ed autoferrotranviario), lavori di rete, partecipazione attiva a 31 campus 4 fiere 5 eventi e 4 open day, 170 candidati alle selezioni 2017, internalizzazione dell’attività, sviluppo dei contratti di apprendistato, e, cosa che forse maggiormente conta in termini di risultati, una media (tra le due sedi di Sesto e Bergamo) del 90% di esiti occupazionali positivi a 3 mesi dall’acquisizione del diploma di Stato.

Numeri importanti che testimoniano di un sistema in crescita (quello degli ITS in Italia: con 93 fondazioni e 9.000 allievi iscritti) all’interno del quale la posizione della Fondazione ITS Lombardia Meccatronica è di assoluto prestigio e di comprovata affidabilità.

 

Clicca qui per vedere tutte le fotografie dell'evento

Lunedì 25 gennaio 2016 ITS Lombardia Meccatronica ha ricevuto la visita del Sottosegretario di Stato del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Gabriele Toccafondi, che ha voluto incontrare allievi, docenti, rappresentanti aziendali e membri dello staff. Prima di visitare gli ambienti della Fondazione ITS e dialogare a lungo con gli studenti ha rivolto un breve discorso di saluto in aula magna sottolineando alcuni aspetti del suo impegno istituzionale legato agli Istituti Tecnici Superiori:
“Fino al 2010 il terziario professionalizzante in Italia non esisteva, con i primi corsi (2011-2013) possiamo dire che questo Paese, faticosamente, dopo 50 anni di dibattito ideologico finalmente ha visto la luce del terziario post diploma professionalizzante. In Germania conta 900.000 addetti l’anno, in Francia 180.000, in Spagna quasi 100.000, da noi 5.000. Forse sta tutta qui la mia volontà di conoscere gli ITS, di parlare con voi, con i ragazzi, con le imprese, di dare dei segnali chiari e forti a tutti che io anche oggi voglio ripetere: noi crediamo nel terziario professionalizzante, crediamo nel rapporto tra scuola e mondo del lavoro e crediamo negli ITS. Vogliamo partire nella direzione giusta: […] abbiamo 60.000 aziende che cercano lavoratori specializzati che non riescono a trovare, e abbiamo quasi il 40% di disoccupazione giovanile, quindi è doveroso per uno Stato, per un Ministero dare delle risposte.  
[…] Per noi è fondamentale la presenza delle aziende, nessun ITS può nascere da un’idea astratta: deve assolutamente nascere con l’idea di cosa realmente serve al mondo del lavoro.  Per questo serve un dialogo reale, effettivo, tra scuola, agenzie formative, università e imprese. […] Per fare questo continueremo a dare più autonomia alle fondazioni, aumenteremo le risorse […], e aumenteremo però anche le responsabilità, quindi il 30% delle risorse nazionali verrà dato su base premiale. In particolar modo si valuterà quanti ragazzi non hanno abbandonato il percorso, quanti si diplomano, e soprattutto quanti ragazzi trovano un lavoro coerente col titolo di studio. Capite che è rivoluzionario il tutto: partire dall’esigenza reale, quindi l’impresa, il tessuto produttivo di un territorio, dare massima autonomia alla fondazione, responsabilizzarla e vincolare una buona parte dei finanziamenti ai risultati è decisamente rivoluzionario. […] Negli ultimi quattro anni, gli ITS ci hanno dimostrato che quando scuola e mondo del lavoro dialogano, i risultati si vedono. I diplomati usciti dai primi corsi per il 76,6% hanno trovato lavoro stabile, moltissimi a tempo indeterminato, segno che quando questo dialogo c’è ad averne un vantaggio sono i ragazzi. E, lo aggiungo sempre, anche il tessuto produttivo italiano. Insomma, la grande partita è questa: far dialogare i ragazzi con il mondo del lavoro, ed è scuola a tutti gli effetti. Gli ITS ci stanno dimostrando che questo dialogo c’è, dev’essere ripreso da questo governo, che ci crede, e dev’essere rafforzato e portato anche nel mondo della scuola”.

Passando poi per gli ambienti dell’Opera Salesiana di Sesto San Giovanni, dove si trova la sede principale della Fondazione ITS, Toccafondi ha incontrato i gruppi di allievi frequentanti i quattro corsi in Tecnico superiore per l’automazione ed i sistemi meccatronici, realizzati anche nella sede distaccata di Bergamo. In particolare, il Sottosegretario si è soffermato a lungo con gli studenti, dialogando con loro per capire cosa li ha spinti a scegliere questo percorso e se l'ITS sta rispondendo alle loro aspettative. I giovani hanno dimostrato di apprezzare il taglio applicativo con cui vengono affrontati i moduli formativi, la significativa percentuale di docenze aziendali, la qualità dei tirocini nelle imprese e le ottime opportunità di lavoro che questo percorso offre, anche grazie all’ampio numero di imprese del partenariato.

 

October 19, 2015 00:00

IT’S EXPO!

Un vero successo la giornata “ITS IN EXPO” di lunedì 12 ottobre. ITS Lombardia Meccatronica ha raccolto l’invito ricevuto dalla Comunità salesiana, rappresentata nel partenariato della Fondazione attraverso l’Opera di Sesto San Giovanni, di presentare in EXPO la sua esperienza educativa e formativa di successo. Il contesto in cui ha avuto luogo l’evento è il Padiglione “Casa Don Bosco”, dedicato alla Famiglia Salesiana che, con lo slogan “Educare i giovani, energia per la vita”, vuole sottolineare la propria mission di promozione di quei valori che permetteranno ai giovani di maturare come persone e come cittadini responsabili.

Attraverso le testimonianze di imprenditori, docenti aziendali, tutor, studenti e componenti dello staff, la presentazione è stata un’opportunità per far conoscere e mettere in risalto le iniziative più significative realizzate lo scorso anno, e per coinvolgere i nuovi allievi in una “lezione orientativa” sulle opportunità professionali offerte dal mondo della meccatronica. Proprio la giornata in EXPO è stata infatti anche l’occasione di dare il “benvenuto” alle matricole della seconda annualità, che in quella sede hanno incominciato il percorso per diventare “Tecnico superiore per l’automazione ed i sistemi meccatronici”.

Gli eventi di presentazione si sono conclusi con la consegna simbolica di 21 “assegni” a sostegno di altrettanti studenti da parte di aziende e istituzioni benefattrici e sponsor del progetto formativo, che permetteranno di finanziare la retta di frequenza agli studi per il secondo anno di corso.